itenfrdeptrorues

L'esempio di Raqqa, Siria

di: redazione

Leila Mustafa è una donna curda siriana. Ha combattuto per Raqqa, di cui è diventata da poco sindaca nel 2017 a none del Consiglio civile sotto il controllo congiunto arabo-curdo dall'aprile 2017. Appartiene al Partito dei Lavoratori del Kurdistan, il cui capo Ocalan è in una prigione turca. "I pensieri del nostro leader, Abdullah Ocalan, ha detto Leila, sono stati il ​​fattore chiave per la liberazione di Raqqa".

Quando Leila è nata, 32 anni fa, Raqqa era ancora la Perla dell'Eufrate, ma dopo la guerra era la Città Cimitero: 95 per cento degli edifici ridotti in macerie, 350 mila abitanti diventati 25 mila. L'ONU ha stimato che l'80% degli edifici a Raqqa è stato distrutto nel conflitto e la città è stata disseminata di mine antiuomo dall'ISIS, che continuano a creare feriti e morte tra la popolazione civile.

Laureata in ingegneria civile, a 28 anni, Leila si è presa cura della sua città martoriata dall'Isis, che per tre anni ne ha fatto la capitale del califfato seminando morte e distruzione, e poi martoriata dai bombardamenti dell'Ira dell'Eufrate durante la guerra di liberazione durata cinque mesi.  

Mustafà si è data la missione di ricostruire la sua città, consentire la riconciliazione e creare una democrazia. Ha dichiarato: «Il nostro obiettivo è stato subito quello di trovare soluzioni. Stiamo cercando di riabilitare la città al meglio delle nostre capacità, ma stiamo affrontando molte sfide per ripristinare i servizi di base come elettricità e acqua a causa dell'enorme livello di distruzione". Ha finora riaperto 200 scuole e 70 panifici, allestiti aree verdi e centri di quartiere. 

150.000 persone sono tornate a Raqqa dalla fine del controllo della città da parte dell'ISIS, ma nell'agosto 2018 gli Stati Uniti hanno annunciato che avrebbero tagliato 230 milioni di dollari ai finanziamenti per la stabilizzazione della Siria settentrionale.

In città operano i servizi sanitari di Mezzaluna rossa e di Medici senza frontiere.

La scrittrice, Marine de Tilly ha incontrata la sindaca ed è stata con lei nove giorni, realizzando con il regista Xavier de Lauzanne il film 9 jours à Raqqa, presentato in ottobre alla Festa del cinema di Roma.

Circa un mese fa Leila Mustafà ha ricevuto il premio europeo d'architettura Philippe Rotthier per la ricostruzione della città, che ricompensa ogni tre anni «una personalità che ha svolto un ruolo nello sviluppo urbanistico della propria città.

Tags: urbanistica, servizi pubblici, Laboratorio città, Isis

 


© 2018-2021 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo onlus - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci: redazione@adlculture.it

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.