itenfrdeptrorues

Una nuova legge sulla Vita Indipendente

L’attuale situazione sopra descritta ci porta a proporre alcuni argomenti e proposte per migliorare il quadro normativo e l’applicazione delle disposizioni operative circa i progetti di Vita Indipendente.

  • Realizzazione di una banca dati unica ed aggiornata delle disabilità in Italia;
  • studio di una legge quadro nazionale che determini in modo chiaro e congruo le risorse economiche da destinare ai progetti di Vita Indipendente;
  • istituzione di un tavolo permanente per lo studio, il coordinamento ed il controllo con le istituzioni, gli enti e le amministrazioni territoriali in tema di Vita Indipendente;
  • revisione e modifica dei regolamenti per l’accesso ai progetti di Vita Indipendente con particolare riferimento alla valutazione del patrimonio mobile ed immobile del soggetto disabile e superamento della certificazione ISEE;
  • omogeneizzazione e controllo dell’attuazione dei modelli e delle Linee Guida per i progetti di Vita Indipendente;
  • aggiornamento ed omogeneizzazione degli interventi di sostegno economico per l’assistenza dei soggetti disabili;

È necessario ed urgente compiere un cambio di paradigma nella concezione e nel pensiero comune riguardante le tematiche sulla disabilità. Il disabile è una persona che rivendica a pieno titolo il proprio diritto di essere parte integrante, attiva e produttiva, della società in cui vive. Lo Stato e tutte le sue istituzioni hanno il dovere etico, morale e di giustizia di dover attivare tutte le dinamiche e mettere a disposizione tutti gli strumenti necessari per poter consentire la realizzazione di tali progetti. Intraprendere questo percorso virtuoso non significa solo contrastare le disuguaglianze della nostra società, ma realizzare un oggettivo beneficio per tutti i cittadini.

La sensibilità dimostrata da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri nei confronti delle Associazioni per i diritti dei soggetti disabili e la conseguente scelta politica di mantenere in capo alla stessa Presidenza del Consiglio la delega per le politiche riguardanti le disabilità dimostrano la reale e comprovata volontà di intraprendere percorsi di innovazione e sviluppo nell’ambito di queste importanti tematiche.

Auspichiamo che gli ottimi presupposti di questa scelta politica ed organizzativa possano tradursi al più presto nella fattiva organizzazione di gruppi di lavoro eterogenei che, attraverso lo studio e la valutazione di proposte e di contributi, si possa mettere in campo strumenti e norme atte a migliorare la vita di tante donne, uomini e bambini portatori di disabilità.

Una nuova legge sulla disabilità in Italia:
un diritto di uguaglianza
Studio a cura di Marco Castaldo
Image not available
Image not available
Image not available
Image not available
Image not available
Slider

 


© 2018-2020 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo onlus - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci: redazione@adlculture.it

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.