itenfrdeptrorues

Le parole-seme di “Fratelli tutti”

di: Marco Tarquinio direttore “Avvenire”

Fratelli tutti, ci ricorda Papa Francesco, scrivendo dopo Laudato si’, un’altra Lettera indirizzata al mondo intero eppure specialmente bella e scomoda per chi dice e spera di essere sul cammino aperto da Gesù di Nazaret. Perché tutti sono fratelli e tutti lo dimenticano, ma un po’ di più i cristiani. (…) Francesco ci ricorda e ci chiede di osare la fraternità. Ci sfida a farlo nell’esercizio di una libertà non “ristretta” alla distruttiva (dis)illusione dell’”individualismo radicale”. E ci chiama a costruire uguaglianza giusta, cioè non quella dei “soci” che organizzano i loro “mondi chiusi”, ma dei fratelli – che nel nome di Dio Padre e dell’umanità – si riconoscono e si accolgono seppure diversi.

Qualcuno pensa che fraternità, libertà e uguaglianza non siano parole cristiane, ma laiche e rivoluzionarie. Sono parole cristiane, laiche e rivoluzionarie perché sono prole del comune vocabolario dell’umano, parole “sovversive” della guerra, della disumanità, della cattiva economia e della politica arrogante e dannosa.

Il Papa le rifà parole-seme da tornare a pronunciare e a usare bene nel tempo che ci è dato. Perché sono state usate male. Così come le fedi religiose, tradendo il disegno del Creatore, insanguinando la vita e distruggendo – in un mondo in cui tutti siamo minoranza – i diritti delle minoranze. E la diversità dei sessi, rendendo “doppiamente povere le donne”. Perché male è stato usato il sentire del popolo e il nome stesso di popolo. E male sono usati i beni della Terra, i beni comuni, trasformando le proprietà personali in frontiere di Stato – che sono diritti primari, ma neppure furto e abominio – in strumenti di inimicizia sociale e di sopraffazione ladra e assassina.


(brano tratto da M. Tarquinio “le parole-seme e il gran campo”, Avvenire, 6/10/2020)

Tags: disuguaglianze, Papa Francesco, fraternità

 


© 2018-2020 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo onlus - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci: redazione@adlculture.it

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.