itenfrdeptrorues

L'economista idraulico: parola di un Premio Nobel

di: Laurana Lajolo

Dopo il protagonismo mediatico degli scienziati per l’andamento della pandemia, adesso abbiamo tante dichiarazioni di affermati economisti che indicano come spendere i molti miliardi di fondi europei secondo gli schemi operativi a loro più consoni. Spesso più che economisti sono operatori di banche o di industrie e quindi rappresentano interessi precisi, anche se non dichiarati. E non spiegano i fondamenti delle loro teorie e delle loro proposte. Possono sembrare molto convincenti ma anche non del tutto credibili.

Nel mezzo di questa crisi che è sociale e economica insieme, ma anche psicologica per tante persone, ho trovato una voce giudiziosa e in un certo senso divertente nelle parole del Premio Nobel per l’economia 2019 Esther Duflo, 47 anni, che ha ricevuto il riconoscimento insieme al marito Abhijt V. Banerjee. I due economisti sono autori del saggio Una buona economia in tempi difficili (Laterza), dove spiegano l’importanza di usare anche in campo economico come si fa in medicina, gli studi controllati randomizzati. Nell’esperimento i partecipanti sono scelti in modo casuale e un gruppo sperimenta la misura economica di cui si vuole provare l’efficacia e un gruppo ne viene escluso. Così si possono confrontare seriamente i risultati ottenuti con quella pratica.

Nel loro libro i coniugi Premio Nobel, denunciando le diseguaglianze e le minacce di disastri politici e catastrofi ambientali, a cui si risponde in genere con delle banalità, propongono un approccio scientifico concreto, semplice e chiaro per trovare soluzioni.

Esther Duflo, presentando il libro, ha fatto una dichiarazione che mi ha molto colpito. Il senso è che l’economista dovrebbe comportarsi come un idraulico. Dice la premio Nobel: “Gli scienziati stabiliscono i principi generali di una scienza, gli ingegneri li applicano a una situazione simulata nella perfezione del laboratorio, avendo in mente il risultato finale. Gli idraulici si spingono un passo oltre: fronteggiano una situazione reale imprevista installano o riparano la tubatura, osservano ciò che accade e poi apportano gli aggiustamenti necessari fino a quando tutto riprende a funzionare. Se a noi economisti interessa risolvere problemi veri dobbiamo calarci nella mentalità dell’idraulico. La realtà è molto più complessa dei nostri modelli e quindi non possiamo avere già dall’inizio l’idea giusta per risolvere un problema”.

Mi sembra una bella lezione di metodo, oltre che di serietà che riprende il metodo di Galileo Galilei dell’esperimento.

Tags: economia, Europa, premio Nobel

 


© 2018-2020 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo onlus - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci: redazione@adlculture.it

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.