itenfrdeptrorues

Con il SI la casta sarà più forte

di: Nadia Urbinati politologa Columbia University di New York

Il NO al referendum è anche un’indicazione sui limiti della “politica politicante” e sulla necessità di ricostituzionalizzare la democrazia. E’ un modo per dire che il livello costituzionale non deve essere assoggettato alle esigenze pur legittime della politica ordinaria.

La proposta di taglio lineare del 36,5 % dei seggi non è a favore della democrazia della rappresentanza, ma serve a dare più, non meno, spazio al potere delle segreterie dei partiti che hanno da tempo rinunciato ad organizzare la partecipazione.

Rientra in un processo consolidato di riduzione degli organismi elettivi, a cominciare dalle assemblee provinciali (eliminate) e dall’indebolimento di quelle regionali. Il potere degli organismi apicali cresce in proporzione diretta allo “snellimento” degli organi collegiali elettivi. Il potere si sposta verso l’alto.

Il taglio lineare dei parlamentari non ci darà più democrazia e, anzi, agevolerà quella casta che dovrebbe abbattere, rendendola più distante da noi e simile ad un club esclusivo.


(da N. Urbinati “il taglio lineare dei parlamentari renderà la casta molto più forte, Domani, 16/09/2020)

  

Tags: politica, democrazia, Referendum taglio parlamentari

 


© 2018-2020 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo onlus - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci: redazione@adlculture.it

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.