itenfrdeptrorues

La scuola malata e senza cure

di: Laurana Lajolo

Al di là di dichiarazioni entusiastiche della Ministra sulla didattica a distanza, nessuno si è occupato seriamente delle conseguenze che le scuole chiuse hanno avuto e avranno sugli studenti, che ora cominciano ad avanzare le loro richieste.

Quelli frequentanti le scuole più attrezzate con l’informatica e che hanno gli strumenti a casa hanno seguito lezioni on line, anche se con fatica, ma quanti sono rimasti senza collegamento e quanti sono “scomparsi”? Quanti non hanno avuto lo svolgimento ordinato e continuativo del programma? E chi non ha potuto seguire le lezioni on line?

Quanti, confinati in casa, hanno sofferto la mancanza di socialità e sono psicologicamente turbati? Quando qualcuno si occuperà di loro e studierà le loro reazioni all’isolamento e al distanziamento sociale, ci farà capire come ha reagito un’intera generazione ancora “sotto traccia” e che oggi vive l’incertezza della nebulosa prova d’esame e della ripresa della scuola a settembre.

Una maturità “distanziata” avrà, oltre al valore giuridico, quello di reale preparazione professionale?

Come riprenderà la scuola con avvisi e controavvisi? Otre agli orari e alle norme igieniche, bisogna riprogettare gli stessi spazi educativi.

Ci saranno chiare indicazioni psicopedagogiche o tutto ricadrà sulla responsabilità di dirigenti e di docenti? La scuola era già malata da tempo, ma il virus la fa apparire senza cure per gli studenti e per i loro docenti.

Tags: giovani, scuola, istruzione

 


© 2018-2020 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo onlus - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci: redazione@adlculture.it

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.