itenfrdeptrorues

Normativa per i beni comuni

di: A cura del Forum Salviamo il paesaggio

Il tema dei «beni comuni» non ha ancora una sua valida disciplina giuridica, per cui è necessario un cambiamento del «contesto giuridico» attualmente disciplinato dal libro III del Codice civile, «Della proprietà».

Partendo da queste considerazioni l’on. Stefano Fassina e i sen. Paola Nugnes, Virginia La Mura, Matteo Mantero, Maurizio Buccarella, Carlo Martelli e Saverio De Bonis hanno presentato la proposta di Legge “Modifiche al codice civile in materia di beni comuni e di disciplina del diritto di proprietà“.

Questa proposta normativa mira a dare una definizione del concetto di bene comune, che la Commissione Rodotà aveva dato soltanto in modo esemplificativo, e ad offrire un contesto giuridico idoneo ad accogliere tale categoria, offrendo tutti gli elementi in base al quale un bene deve definirsi «comune».

Un bene è comune per natura e funzione “quando soddisfa bisogni e diritti fondamentali della presente e delle future generazioni e che pertanto deve ritenersi, assolutamente e definitivamente, fuori commercio”, ma anche le imprese pubbliche che operano in settori essenziali.

E’ un tema che tocca e coinvolge anche il suolo, il paesaggio, la tutela del territorio e riteniamo che nei prossimi mesi il dibattito ci vedrà impegnati ad esprimere il nostro punto di vista.Invitiamo, quindi, tutte e tutti ad analizzare attentamente il testo normativo proposto, che potete trovare qui tra gli atti del Senato e della Camera.

Tags: politica, legislazione, beni comuni

 


© 2018-2020 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo onlus - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci: redazione@adlculture.it

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.