itenfrdeptrorues

La mimica dei politici

di: redazione

Gabriele Romagnoli su Repubblica del 22 agosto ha tracciato una divertente descrizione delle “facce della crisi”, viste all’uscita dall’udienza dei partiti da Mattarella.

► GIORGIA MELONI definita una donna solo al comando con due dioscuri alle spalle, forse i fratelli d’Italia. “Ci mette energia soprattutto sulle sillabe finali, accentate per regola o per forza. Si guarda intorno, sgrana spesso gli occhi sul viso pallido di chi, a differenza d’altri, non è tornato dalle ferie. Comunica ansia di entrare finalmente nella stanza dei bottoni”.

►NICOLA ZINGARETTI debutta al Quirinale accompagnato dalla sua squadra per dare l’impressione di coesione, ma annota Romagnoli: “Del segretario PD tutto si può pensare fuorché esista nella sua famiglia un dna da attore. Gli manca persino la seconda espressione di Clint Eastwood con il cappello”.

►Per SILVIO BERLUSCONI la mimica appare “castrante”: “Legge da fogli stampati con i passaggi chiave evidenziati. A occhi bassi sul testo non è più lui, è uscito dal personaggio e non lo ripesca neppure la inspiegabile curiosità che freme dietro le lunghe ciglia della capogruppo Bernini”.

►MATTEO SALVINI si palesa con le mani e fa venire in mente al giornalista la canzone di Celentano Una carezza in un pugno. “Il pugno del monoleghista è serrato quando batte sui soliti tasti della manovra coraggiosa che pretende (ma non ha attuato), del distacco dalla poltrona (che ancora detiene), del futuro che vuole costruire per chi lo ascolta dagli uffici e dalle aziende (dove non ha mai lavorato)”. Ma a un certo punto un segnale nervoso gli fa aprire il palmo della mano, ricordando Celentano: dal pugno chiuso una carezza nascerà rivolta a Di Maio.

► LUIGI DI MAIO è definito “il piccolo fiammiferaio con il cerino in mano, l’aria compita che piace alle nonne e le dita che cercano di abbottonare una giacca troppo stretta perché ha un destino fuori misura”. E anche lui è avvicinato a una canzone, quella del fuochista di De Gregori: una giacchetta per coprirti e un berretto per salutare in questa nera nave che mi dicono che non può affondare”.

 

 

Tags: politica, governo italiano, espressioni

 


© 2018-2019 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo onlus - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.