ULISSE SULLE COLLINE

Poesia, natura, musica, arte

XXVI edizione

Sabato 25 maggio 2019 - ore 15

Vinchio

itenfrdeptrorues

Conad compra Auchan e Simply

di: redazione

Il consorzio dei dettaglianti CONAD è diventato il primo gruppo in Italia di ipermercati, supermercati e negozi di vicinato, con il 19% del mercato, davanti a Coop, acquistando Auchan Rateil Italia, inclusi gli esercizi a marchio Simply. Caso in controtendenza rispetto a vendite degli ultimi tempi di prestigiosi marchi che un’azienda italiana inglobi un’azienda francese. E i dipendenti delle due aziende? Conad ha 3300 punti vendita e 53.000 lavoratori e Auchan 1600 e 18.000 dipendenti. Ci saranno esuberi o si manterranno i livelli di occupazione? Per ora ci sono solo rassicurazioni generiche, ma questo è uno snodo fondamentale dell’operazione.

Se si valutano i fatturati si nota che qualcosa sta cambiando nella grande distribuzione, dove sono ancora importanti gli spazi occupati da marchi stranieri, come Lidl. Stanno calando gli utili degli ipermercati, mentre aumentano i profitti dei discount, quindi il mercato mostra i primi cenni di saturazione. E si dice che potrebbe essere venduto il complesso di Esselunga, dopo la morte del patron Caprotti.

La saturazione di mercato degli ipermercati può significare che la clientela italiana è orientata a fruire dei supermarket e dei negozi di vicinato, che fanno sconti una volta alla settimana agli acquirenti over 65. E la popolazione anziana si trova più comoda e agevolata nel negozio vicino a casa, dove è anche riconosciuta dalle commesse e dove scambia qualche parola con gli altri acquirenti.

Il mercato e-commerce in Italia è ancora una fetta piccola, mentre i gruppi di acquisto hanno aumentato i loro aderenti in nome dell’acquisto diretto dal produttore e del risparmio delle famiglie riunite.

Come affermano da tempo alcuni urbanisti e studiosi delle reti commerciali, potrebbe, dunque, invertirsi la tendenza di collocare ipermercati alle periferie delle città rilocalizzando i negozi di alimentari all’interno del tessuto cittadino. Sarebbe una “rivoluzione”, ovvero tornare al passato, che porterebbe più vita sociale nelle strade e nelle piazze, vicino alle case.

 

 

 

Tags: economia, commercio, grande distribuzione

 


© 2018-2019 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo onlus - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.