itenfrdeptrorues

Il Palio scosso

di: Laurana Lajolo

Il sindaco di Asti si dichiara molto soddisfatto di questa edizione del Palio, ma le opinioni che circolano sono molto critiche.

L’ultima edizione non è stata entusiasmante dal punto di vista dello spettacolo del corteo  e delle due finali e le riprese televisive non hanno reso la grandiosità dell’evento e non hanno rappresentato il contesto della città. Il Palio è la manifestazione che coinvolge non solo i componenti dei comitati, ma molti cittadini, attrae turisti che si muovono per le vie del centro, e, come macchina organizzativa molto complessa, ha un indotto economico importante.

Tutto questo non è comparso in Tv, anzi sul Tg3 il servizio finale è stato fatto dal giornalista tra le sedie nuove della tribuna. E la divisione tra Comuni e borghi non ha funzionato sia per l’insoddisfazione dei Comuni sia per il calo di tensione nelle batterie dei cavalli. E’ stata più coinvolgente la finale dei Comuni con il bel cavallo scosso di Baldichieri, che, leggero e veloce, ha dominato con eleganza la corsa, che la finale dei borghi, piatta e tutta prevedibile fin dalla partenza.

A confronto non si è visto nulla della passione che caratterizza tutti gli anni il Palio di Siena, con cui è difficile fare un paragone. D’altro canto il nostro Palio si distingue piuttosto per i costumi e la ricerca storica, che quest’anno ha visto meno gente assiepata lungo le strade.

Il sindaco, dopo l’”euforia”, dovrà pensare alla formula e ai rapporti con i Comuni per non isolare la città dal territorio di riferimento.

La riuscita del Palio pesa anche sul consenso all’Amministrazione e questa edizione ha visto il Sindaco “scosso”.

Tags: Palio di Asti, amministrazione, turismo

 


© 2018-2019 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo onlus - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.