itenfrdeptrorues

Ma perché siamo ancora fascisti?

di: Francesco Filippi

Francesco Filippi interviene con un nuovo saggio Ma perché siamo ancora fascisti? nel dibattito sulle eredità del regime in Italia. Avendo effettuato il suo meticoloso e definitivo lavoro di «debunking» sulle numerose e ostinate leggende, ancora così diffuse nel nostro paese, relative al ventennio fascista e alla figura del duce nel libro precedente  Mussolini ha fatto anche cose buone, Filippi dirige ora la sua analisi verso i motivi della fortuna ancora oggi diffusa di una propaganda iniziata oltre due generazioni fa.

Com'è possibile che dopo una guerra disastrosa, milioni di morti, l'infamia delle leggi razziali, la vergogna dell'occupazione coloniale, una politica interna economicamente fallimentare, una politica estera aggressiva e criminale, un'attitudine culturale liberticida, una sanguinosa e lunga guerra civile, oggi, al terzo millennio, ci scopriamo ancora influenzati dall’ideologia fascista?

Si moltiplicano le svastiche sui muri delle città, forme di antisemitismo e un diffuso sentimento razzista permea la società e il passare del tempo sembra aver edulcorato la percezione del periodo più oscuro e violento d'Italia:. Evidentemente la storia non è stata recepita pienamente.

Per aiutare a capire il perché, Filippi racconta molti avvenimenti storici: com'è finita la guerra, cosa è stato fatto al termine del conflitto e cosa non è stato fatto, quali provvedimenti sono stati presi o non presi nei confronti dei responsabili, la mancanza di discontinuità storica tra regime e istituzioni repubblicane, cosa hanno scritto gli intellettuali e gli storici, ma anche cosa non hanno scritto, cosa è stato insegnato alle nuove generazioni e cosa invece è stato omesso e perché.

Soprattutto, ci mostra come gli italiani si siano autoassolti nell’immaginario di cittadini democratici, senza fare davvero i conti col passato. E così il passato è stato trascinato nel presente


F. Filippi, Ma perché siamo ancora fascisti?, Bollati Boringhieri, € 12

 


© 2018-2020 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo onlus - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci: redazione@adlculture.it

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.