itenfrdeptrorues

Sete di Amélie Nothomb

di: Amélie Nothomb

Amélie Nothomb, figlia di un diplomatico belga che ha girato il mondo fin da bambina e ha soggiornato molto in Giappone, Cina, USA e Bangladesh è una scrittrice noir di grande successo. Sete è il nuovo romanzo, premio Goncourt 2019. Nel libro Nothomb dà una sua personale versione della Passione di Cristo, in cui il Figlio di Dio, molto umano, riflette in prima persona sul suo destino. Gesù che sta per diventare Cristo mostra in questa confessione il suo volto umano con tutte le sue passioni carnali, mette a nudo il suo cuore prima di essere crocifisso e mostra i suoi dubbi su tutto, perfino sulla sua missione di “idiota venuto a predicare l’amore”. Gesù, che sta per diventare il Cristo, si indigna, si arrabbia e mette in discussione il sacrificio della sua crocifissione, che considera una punizione odiosa, il frutto di un progetto demenziale di Dio in netto contrasto anche con il precetto evangelico e divino dell’amore.

La sensazione della sete, trance mistica, lo fa sentire fisicamente e carnalmente vivo, nella sua condizione umana e confessa il suo amore carnale per Maddalena.

Le parole di Gesù sono semplici e sconcertanti, sono umane troppo umane, che mettono in discussione tutte le verità dogmatiche e religiose dei giorni della Passione e la sete diventa la metafora per sentire fino in fondo la condizione del corpo.

Un libro anticonformista, trasgressivo, coinvolgente, anche noir nello stile della scrittrice.

 


© 2018-2020 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo onlus - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci: redazione@adlculture.it

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.