itenfrdeptrorues

Asti da ricostruire

di: Ottavio Coffano

La provincia di Asti è 97° in Italia per presenze turistiche e 103° su 107 province per numero di giovani laureati in percentuale della popolazione. Sconta, come anche il giornalismo, una scarsa autonomia dal mondo della politica e delle istituzioni. Finora in questi settori Asti ha perso tante battaglie e continuerà la discesa se tutti insieme, maggioranza e opposizioni, cittadini, tecnici, politici, imprenditori e personaggi della cultura non riusciranno a ricucire le varie Asti in un unico grande progetto a lungo termine.

Ciò presuppone che in questa crisi spaventosa nasca l’esigenza di un cambiamento nei cittadini, nelle classi dirigenti, nella politica, nelle piccole e grandi lobbies che finora hanno saputo solo gestire il declino.

Azzeriamo per il tempo necessario la conflittualità di qualsiasi genere, avviamo sotto la guida degli enti deputati un percorso unitario, che veda coinvolte tutte le realtà che citavamo prima e le personalità di qualsiasi specializzazione, capaci di contribuire alla formulazione di un progetto decennale (o anche più) in cui la città si riconosca e che perciò voglia raggiungere.

Una vera e grande proposta capace di mediare il conflitto tra efficienza, bellezza e necessità vitali. Capace cioè di promuovere una società più equa e utile a tutti.

L’andamento favorevole della curva di trade off tra equità ed efficienza deriva sostanzialmente dalla partecipazione dei cittadini, dall’orgoglio che può essere stimolato, dalla consapevolezza e condivisione degli obbiettivi, dalla trasparenza e dalla credibilità delle speranze.

Occorre cioè percorrere un cammino faticoso e difficile che raramente i politici sono disposti ad affrontare, un’unità generale su proposte mediate dalla politica e tradotte poi in opera dalle autorità.


(tratto da  O. Coffano “Tutti insieme per ricostruire la nostra città”, La nuova provincia, 28/04/20)

Tags: città, Laboratorio città, urbanizzazione, riqualificazione edifici, coronavirus

 


© 2018-2020 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo onlus - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci: redazione@adlculture.it

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.