itenfrdeptrorues

Matera, 2020

di: Sergio Ardissone, fotografo

Nel cielo di Matera i falchi grillai contendono alle rondini lo spazio di volo che sovrasta la città. Quei rari rapaci, tra i più piccoli della loro specie, hanno eletto la città dei Sassi come loro luogo di nidificazione. Odo i loro fischi acuti rincorrersi tra le antiche case, li vedo sfrecciare e infilarsi sotto i tetti, tra le mura sbrecciate e persino dietro le statue dei Santi che abbelliscono le chiese della città.

Salgo le scalinate consunte dal tempo e percorro i vicoli dove il sole tarda a comparire; sui portali delle case, ormai chiusi da tempo, gli stemmi in pietra rammentano un passato di nobiltà e ricchezza. Matera fu però tristemente nota nel passato per le condizioni di precarietà in cui viveva la popolazione dei Sassi, le case-grotta scavate nella montagna in cui convivevano uomini ed animali. Oggi tutto è cambiato, ma i Sassi fortunatamente sono ancora al loro posto e con le loro facciate scolpite nella montagna osservano il baratro dove il torrente Gravina incede flessuoso. E’ ormai giunto il tramonto, dall’alto osservo il dedalo di abitazioni che si sovrappongono una sull’altra. I falchi grillai hanno ormai raggiunto i nidi e la città sta per addormentarsi. L’ultimo riflesso di luce si spegne dietro alla Cattedrale.

 

 


© 2018-2021 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo onlus - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci: redazione@adlculture.it

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.