itenfrdeptrorues

Incontro “Risorse e potenzialità del territorio”

di: redazione

Venerdì 19 novembre alle ore 17.00 nella Sala consiliare dell’Amministrazione provinciale di Asti si terrà l’incontro “Risorse e potenzialità del territorio” nell’ambito della XIII edizione del Festival del paesaggio agrario “Lavori in corso”.  L’incontro, il nono del Festival 2021, è volto a confrontare in un dialogo concreto gli studi di docenti universitari e ricercatori con i sindaci e operatori economici e imprenditori agricoli al fine di valorizzare il Monferrato astigiano.

Apre il convegno Paolo Lanfranco Presidente della Provincia di Asti, che sta lavorando a programmi di tutela dell’ambiente e di promozione turistica.

L’incontro si collega al percorso avviato nell’edizione 2020 Un paese ci vuole: il futuro del Monferrato, da cui sono emerse indicazioni e azioni concrete per la riqualificazione dei paesi e lo sviluppo dell’agricoltura sostenibile e del turismo verde, pubblicate nel 39 della rivista culture (pdf in www.davidelajolo.it)

Il sociologo Renato Grimaldi, Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione dell’Università di Torino, studioso dei sistemi di comunità illustrerà con il sindaco Gianluca Forno vicepresidente ANCI e Coordinatore regionale Piccoli Comuni e Unioni e con don Luca Solaro parroco di Baldichieri d’Asti, Monale, Cortandone, Castellero, Tigliole, Pratomorone le permanenze e le trasformazioni delle piccole comunità.

La valorizzazione e la gestione del bosco verrà trattata da Pier Giorgio Terzuolo, responsabile dell’Area tecnica foreste e biodiversità IPLA, da Luigi Gallareto sindaco di Monastero Bormida e da Franco Correggia dell’Associazione Muscandia.

Le linee di tendenza del settore vitivinicolo, che caratterizza la qualità del paesaggio UNESCO saranno indicate da Vincenzo Gerbi, docente del Corso di Laurea Viticoltura e Enologia Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari Università di Torino, da Roberto Cerrato Presidente dell’Istituto Italiano Salvaguardia paesaggio culturale Vitivinicolo e da Marco Curto sindaco di Montegrosso e vicepresidente ANCI Piemonte con delega all'Agricoltura.

Sull’economia del settore agroalimentare interverranno Stefano Massaglia docente di economia e estimo rurale al Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari Università di Torino e Filippo Mobrici Presidente Consorzio di Tutela della Barbera, Vini d’Asti e del Monferrato Il programma dell’edizione 2021 del Festival del paesaggio agrario è finalizzato a elaborare progetti strategici territoriali e a segnalare  i processi di formazione e di professionalizzazione in campo agroalimentare, coordinati dall’Assessorato regionale dell’Agricoltura, dal Ministero competente e dal Dipartimento Scienze Agrarie e Forestali dell’Università di Torino, presentati nella sede del Corso di Enologia di Alba.

In questo quadro sono in corso  le riprese di un video autoprodotto “Il mio futuro in agricoltura” degli studenti dell’IIS Giovanni Penna di Asti  per l’orientamento scolastico, e la rielaborazione dolci della tradizione per street food degli allievi dell’Enogastronomico di S. Damiano prepareranno. Si sta sviluppando il progetto di strategia territoriale con la Cantina Vinchio Vaglio Serra “Il mare verde sulle colline della barbera” e la Scuola Alberghiera di Agliano d’Asti sta preparando la rivisitazione del tradizionale pranzo di nozze contadino.

La XIII edizione del Festival “Lavori in corso” si è sviluppato attraverso workshop e incontri con amministratori, studiosi, agricoltori, operatori turistici, ambientalisti. Nel periodo estivo si sono svolte originali esperienze culturali, dall’arte al teatro alle passeggiate sugli itinerari letterari di Davide Lajolo.

Info www.davidelajolo.it Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., 348.7336160

Il futuro in agricoltura degli studenti dell’IIS Giovanni Penna di Asti

di: redazione

Martedì 19 ottobre con il quinto appuntamento della XIII edizione del Festival del paesaggio agrario “Lavori in corso” all’I.I.S. Giovanni Penna di Asti e al corso serale Cpia si sono avviati quattro progetti:

  • autoproduzione del video degli studenti delle classi IV dell’Istituto agrario, coordinati dai docenti delle materie tecniche, sul percorso formativo “Il mio futuro in agricoltura”: esperienze in aula e sul campo

  • la proposta di Street food dell’istituto Enogastronomico di S. Damiano “I dolci della tradizione”: rielaborazione di ricette tradizionali da proporre come street food nella struttura mobile messa a disposizione dalla CIA in feste e manifestazioni.
  • blog di classe “Dalla terra alla tavola attraverso i paesaggi del mondo” progetto a cura degli studenti del corso serale Istituto Agrario e corso serale Enogastronomico: esperienze, immagini, lavori agricoli tradizionali e innovativi, ricette delle parti del mondo da cui provengono gli studenti, finalizzati alla promozione dell’agricoltura sostenibile per il bene del pianeta e della dieta equilibrata per il benessere degli esseri umani. Introduzione al progetto: proiezione del video “Grazie alla terra– Interviste a giovani contadini” di Laurana Lajolo e Beppe Rovera, videomaker Kitty Fasolis.

I progetti prendono spunto dalla visione del docufilm “Grazie alla terra” (2019), realizzato da Beppe Rovera e Laurana Lajolo, videomaker Cristina Fasolis, con interviste a giovani agricoltori, che coniugano la tradizione contadina di famiglia con l’innovazione. Beppe Rovera ha quindi intervistato gli studenti, fornendo alcuni spunti per l’autoproduzione del video che sarà utilizzato in altre occasioni del Festival e dalla scuola per l’orientamento scolastico.

Gli interventi degli studenti sono stati molto interessanti e hanno espresso le loro motivazioni a lavorare in agricoltura. Per qualcuno è continuare l’attività di famiglia, altri hanno scoperto l’interesse per il settore, provenendo da altri contesti familiari, una ragazza vuole dedicarsi alla ricerca, un’altra alla sperimentazione di colture come la lavanda, qualcuno intende specializzarsi nel settore vinicolo e nell’allevamento. Importante l’apporto dei docenti sia per la preparazione tecnica che per la partecipazione umana ai progetti dei ragazzi, che hanno dimostrato che con loro c’è innovazione e sperimentazione, insomma che l’agricoltura è giovane.

L’incontro ha confermato l’efficacia della formula scelta quest’anno per il Festival “Lavori in corso”, che si sviluppa attraverso workshop e incontri con amministratori, studiosi, agricoltori, operatori turistici, ambientalisti, abitanti, ponendo attenzione anche alla formazione professionale e universitaria.

Nel periodo estivo si già sono svolte originali esperienze culturali, dall’arte al teatro alle passeggiate sugli itinerari letterari di Davide Lajolo, che hanno anche visto un’esperienza en plein air di studenti dell’Accademia Albertina.

LA VIGNA TEATRO DEL MONDO Pittura en plein air 1, 2 ottobre 2021

di: redazione

Associazione culturale Davide Lajolo Città di Nizza Monferrato Palazzo Crova - Art ‘900

Accademia Albertina di Belle Arti di Torino

In collaborazione con Enoteca di Nizza Monferrato I paesaggi vitivinicoli di Langhe Roero e Monferrato

LA VIGNA TEATRO DEL MONDO

Pittura en plein air 1, 2 ottobre 2021

La Città di Nizza Monferrato e l’Associazione culturale Davide Lajolo, in collaborazione con l’Associazione Paesaggi vitivinicoli Langhe Roero e Monferrato e l’Enoteca di Nizza Monferrato, hanno organizzato, in occasione della manifestazione “Nizza è” venerdì 1 e sabato 2 ottobre 2021 la performance “La vigna teatro del mondo”, workshop di pittura en plein air di studenti dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino con il coordinamento del prof. Antonio Musiari, docente di Storia dell’Arte. Per due giorni gli studenti dell’Accademia hanno vissuto il paesaggio vitato patrimonio dell’Umanità con la sua produzione d’eccellenza e lo interpretato con la loro creatività artistica. 

Il titolo è tratto da Cesare Pavese che descrive la vigna come una porta magica sul mondo. Scrittori come Cesare Pavese e l’amico e biografo Davide Lajolo hanno, infatti, reso la vigna un luogo letterario rintracciando tra le cortine dei filari i segni della millenaria civiltà contadina.

La performance di pittura en plein sulle colline di S. Nicolao di Nizza Monferrato (1, 2 ottobre) ha impegnato quattro studenti, tre cinesi e uno italiano,  del corso di Decorazione dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, coordinati dal prof. Antonio Musiari ed è uno degli incontri del Festival del paesaggio agrario “Lavori in corso”. Negli acquerelli di Huang Zixin (proveniente da Guangxi), di Ruxuan Wang (da Hubei), di Yu Zhougen (Shanzi) e di Gianluca Porzio di Cortiglione i colori ottobrini delle vigne sono diventati elementi dello scenario mitico pavesiano.

Gli studenti hanno visitato la città e hanno degustato vini e piatti, calorosamente ospitati dall’Enoteca regionale nell’ambito dell’evento “Nizza è”, dal ristorante La Signora in rosso e dalla Cantina di Vinchio Vaglio Serra.

Sono stati salutati dall’assessore Ausilia Quaglia e dal direttore del sito Unesco Roberto Cerrato durante la visita alla Collezione Davide Lajolo “Art ‘900” a Palazzo Crova. Il workshop è, infatti, la prima attuazione della Convenzione stipulata nel 2019 dalla Città di Nizza Monferrato con l’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino ai fini della formazione di giovani artisti utilizzando il patrimonio artistico della Collezione Davide Lajolo “Art ‘900”. 

La mostra permanente “Art ‘900”, che comprende 100 opere di artisti del secondo Novecento, è una collezione di arte contemporanea unica nel contesto piemontese. E’ organizzata in sezioni tematiche con didascalie (it/ingl) tratte dall’ultimo libro di Davide Lajolo dedicato ai suoi amici artisti “Gli uomini dell’arcobaleno” (1984), recentemente ristampato da Giorgio Mondadori editore. L’ingresso è gratuito.

A conclusione del loro soggiorno hanno visitato a Vinchio il museo di Davide Lajolo “Vinchio è il mio nido” e la biblioteca d’arte dello scrittore.

Gli elaborati degli studenti saranno presentati in un incontro della prossima edizione di “Librinizza”.

“La vigna teatro del mondo” è il quarto appuntamento della XIII edizione del Festival del paesaggio agrario 2021 “Lavori in corso”, dopo il convegno “Asparago saraceno e vigne vecchie” nell’ambito dell’anno internazionale Frutta e verdura e della passeggiata “Con la luna e le lucciole nei boschi dei Saraceni” (Vinchio, 3 luglio), la presentazione del libro di poesie “Canti della natura” del Cardinale Giovanni Lajolo (Vinchio, 20 agosto), la passeggiata “Paesaggio è arte – dialogo tra sculture e casotti nelle vigne dell’UNESCO” (Vinchio 28 agosto).

Il Festival prosegue nei mesi di ottobre, novembre e dicembre con alcuni progetti focalizzati sulla formazione e professionalizzazione nel settore agricolo e su strategie di valorizzazione del territorio e delle sue produzioni.

Il futuro in agricoltura degli studenti dell’IIS Giovanni penna di Asti - Comunicato stampa

di: redazione

Martedì 19 ottobre alle ore 10.20 l’I.I.S. Giovanni Penna di Asti presenterà due progetti: la produzione di un video da parte degli studenti delle classi IV dell’Istituto agrario, coordinati dai docenti delle materie tecniche, sul percorso formativo “Il mio futuro in agricoltura” e la proposta di Street food dell’istituto Enogastronomico di S. Damiano “I dolci della tradizione”. Le due iniziative sono inserite nel programma della XIII edizione del Festival del paesaggio agrario “Lavori in corso”. Introducono l’incontro Laurana Lajolo, ideatrice del Festival, e Roberto Cerrato direttore del sito UNESCO

Leggi tutto

PAESAGGIO E’ ARTE - II edizione - I casotti contadini dialogano con le opere d’arte sulle colline patrimonio dell’umanità Unesco

di: redazione

Festival del paesaggio agrario “Lavori in corso” – XIII edizione

VINCHIO – Itinerari letterari di Davide Lajolo

Vinchio è il mio nido, ci sono nato nella stagione del grano biondo. Davide Lajolo

Sabato 28 agosto alle ore 16.30 a Vinchio si svolge la passeggiata “Paesaggio è arte” lungo l’Itinerario letterario di Davide Lajolo “I bricchi del barbera”. Nelle vigne dell’Unesco, opere d’arte collettiva del lavoro contadino, vengono esposte le sculture di nove artisti presso i casotti con un dialogo immaginario tra i vecchi manufatti rurali per il deposito degli attrezzi e l’arte, un accostamento originale nell’affascinante panorama di colline vitate.

La manifestazione è organizzata dall’ l’Associazione Culturale Davide Lajolo in collaborazione con il Comune di Vinchio, Cantina di Vinchio Vaglio Serra, Proloco di Vinchio, Associazione Paesaggi vitivinicoli Langhe-Roero e Monferrato.

Leggi tutto

Asparago Saraceno & Vigne Vecchie. Domenica 3 luglio 2021

di: redazione
Nell’ambito dell’Anno internazionaledella “FRUTTA E DELLA VERDURA” 2021 indetto dalla FAO per promuovere un’ampia sensibilizzazione sullo straordinario patrimonio genetico e sui paesaggi a livello mondiale ricchi in biodiversità il Comune di Vinchio, la Cantina Sociali di Vinchio Vaglio, l’Associazione culturale Davide Lajolo, in collaborazione con il Club per l’UNESCO di Asti e il Club per l’UNESCO di Canelli, organizzano un incontro alle ore 16.30 nella sede della Cantina di Vinchio Vaglio, su due prodotti tradizionali (registro PAT del Ministero dell’Agricoltura) l’asparago saraceno e le vigne vecchie.

Leggi tutto

 


© 2018-2022 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo ODV - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci: redazione@adlculture.it

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.