itenfrdeptrorues

L'aiuto dei nuovi italiani (11-03-2020)

di: Laurana Lajolo

Ho letto con piacere che le comunità di stranieri, di “nuovi italiani” come li dovremmo chiamare, stanno offrendo aiuti a noi: cinesi, egiziani, comunità musulmane e così via. Molti cinesi, in particolare, hanno dato prova di senso civico chiudendo i loro negozi, mettendosi in auto-quarantena, rinunciando ai festeggiamenti del loro capodanno. Mi sembra un segno di solidarietà molto apprezzabile, ma anche di senso di appartenenza alla società in cui vivono, lavorano e studiano. Oggi, forse, si sentono più italiani e vogliono dimostrarlo con aiuti concreti. Sono bei gesti che non risolvono gli enormi problemi che stiamo vivendo, ma ci danno un segno di amicizia e di condivisione, così come le telefonate che facciamo ae riceviamo da amici e parenti. E aspettiamo le mascherine e i presidi sanitari dalla Cina.

Proviamo tutti a pensare agli altri lontani con più amicizia e affetto. Siamo tutti insieme a preoccuparci di noi e degli altri. In realtà non siamo soli, anche se isolati, se continuiamo a occuparci (anche a distanza) degli altri. Il virus potrebbe insegnarci anche questo, oltre che il senso di responsabilità e la pazienza di far passare il tempo.



Tags: stranieri, coronavirus, responsabilità civile

 


© 2018-2020 ADL culture On-line

Autorizzazione del Tribunale di Asti n. 4/2018

logoADL
Associazione Davide Lajolo onlus - via Alta Luparia, 5 - 14040 Vinchio (AT) - P.IVA. 91006490055


Contattaci: redazione@adlculture.it

 

adlculture.it rimane a disposizione dei titolari di copyright che non è riuscita a raggiungere.